Dove mangiare la migliore Piadina Romagnola – Gabicce Mare

Eccoci qua con un nuovo articolo che questa volta ci porta lontano da casa.

Questa volta vi parlo da Cattolica dove questa estate sto trascorrendo le vacanze estive e nella quale ho trovato dove mangiare la migliore piadina romagnola.

Cattolica è un paese davvero molto carino e pieno di vita dove si possono trovare locali e ristoranti di pesce in ogni strada e vicolo.

La cosa che più mi ha fatto piacere di trovare in questi luoghi è la cordialità e gentilezza che spesso manca nei locali del basso Lazio, ma soprattutto un modo di lavorare impostato veramente bene. Non esiste un locale in questa zona che non sia curato esteticamente nei minimi dettagli, arredato con coerenza dalla porta fino allo sgabello.

Ristorante Gambero Rozzo - CattolicaIn tutto questo tripudio di odori e colori delle vie del centro di Cattolica, dopo esserci fermati da Gambero Rozzo (stima profonda per il nome geniale) e alla Cooperativa Pesce Azzurro nell’acquario di Cattolica abbiamo voluto spingerci oltre i locali centrali e sperimentare il piatto tipico della Romagna: La Piadina.

Accompagnato in questa vacanza dalla mia ragazza ci siamo messi subito a cercare un posto che potesse soddisfare la nostra Fama Puttana.

 

Una cosa che abbiamo subito notato è che tutti i chioschi e piccoli locali che proponevano la Piadina avevano davvero poca scelta ma soprattutto facevano delle piadine veramente misere (prosciutto e basta o al massimo stracchino e crudo) e con dei prezzi a mio avviso piuttosto elevati.

Questa cosa non ci andava giù e abbiamo cominciato a cercare online qualche locale un po’ fuori zona.

Dopo una giornata intera passata a cercare e ricercare ci siamo imbattuti in un nome che ci è saldato subito all’occhio (continua a leggere e lo scoprirai 😉 ).

Decidiamo di andarci dopo aver visto delle foto di piadine Reali (e non foto random prese da Google Immagini) scattate da persone Reali che le avevano già provate.

Perfetto eravamo pronti a partire armati di forza nelle gambe e La Fama Puttana nello stomaco.

Impostiamo la destinazione su Google Maps e ci incamminiamo da Cattolica a Gabicce Mare, in fondo Maps ci dice che sono 10 minuti a piedi, ce la possiamo fare.

Camminiamo camminiamo ma non arriviamo mai, la strada non era nemmeno delle migliori, marciapiedi rotti, macchine che sfrecciavano sulla strada e anche qualche brutta faccia scontrata in giro, ma questo non ci ferma e continuiamo.

Altro che 10 minuti!

Ci abbiamo messo 20 minuti abbondanti ma finalmente eravamo arrivati e anche se non ci sentivamo più le gambe adesso eravamo concentrati a gustarci tutto il possibile!

Va bene adesso ve lo dico come si chiama questo posto, non potrò nascondervelo per sempre 🙂

Il locale che con tanta fatica abbiamo trovato si chiama Galiaz!

È un posto totalmente diverso da quello che si è soliti trovare da queste parti, arredamento minimale e molto rustico, un luogo in cui la sostanza supera di gran lunga l’estetica, ma a noi questo non interessava, volevamo assaggiare le sue benedette Piadine!

Arriva un ragazzo con dei rasta tutti arrotolati sulla testa che ci chiede cosa ordinare spiegandoci anche le varie differenze tra i piatti soprattutto tra Cassone e Piadina (sembrano la stessa cosa ma non lo sono).

Quando dopo poco ci porta le piadine non potevamo credere ai nostri occhi, solo a guardarle mi sentivo già sazio. Due piadine enormi con il mondo dentro!

Rispetto a tutte le “piadinerie” incontrate al centro questa le batteva tutte e a mani basse, ne provo ad alzare una, pesava almeno un kilo e mezzo e più la guardavo e più mi innamoravo!

Queste sono le foto delle piadine.

Ve lo posso svelare un segreto? Prima di prendere queste due bestie abbiamo anche ordinato un primo da dividere in due, Strozzapreti con Gamberetti e Zucchine, un piatto che ne valeva tre! Ecco la foto anche di questo.

Migliore Piadineria Romagnola - Galiaz - Gabicce

 

Una piadina aveva dentro sia wurstel che salsiccia oltre a patatine, cipolle e salse varie. Praticamente era come mangiare un paninone gigante in uno di quei locali dove si fa roba No Stop!

Il bello è che era solo una, l’altra con la porchetta, il formaggio e non so quanta altra roba dentro perché erano veramente tanti ingredienti uno più buono dell’altro.

Dopo finita tutta la cena viene la parte più bella e soprattutto quella che ci ha fatto scegliere questo locale rispetto agli altri.

Ricapitoliamo: 1 primo (diviso in due perché era enorme), 2 piadine enormi, una bottiglia di acqua e una birra da 0,4 lt; tutto questo spendendo la modica cifra di 27€ Totali e compreso il coperto. Fantastico!

Mentre vi scrivo quest’articolo e guardo le foto mi viene l’acquolina in bocca e un po’ di malinconia per aver lasciato un posto del genere.

Per noi de #LaFamaPuttana la migliore piadineria di tutta la Romagna!

Naturalmente il tragitto a piedi l’abbiamo dovuto fare lo stesso anche al ritorno, e faceva un freddo (in pieno agosto), quindi giacchetta e state apposto.

Se siete arrivati fino a qui vi ringrazio e vi invito a condividere quest’articolo sui vostri canali social per far scoprire a tutti i vostri amici che una piadina come si deve e bella ignorante nella Riviera Romagnola è possibile ed è reale!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo Nome